mEditiamo
La Quercia
Altro

LA QUERCIA

Mi piace immaginare di essere simile a questa piccola quercia.

Ho messo il seme per la pace, la felicità, dell’amore incondizionato. Un seme ricco dalla voglia del sapere, con il desiderio di crescere e di evolversi in pura essenza.

Si sono fatte strada le prime radici, ho chiesto alla Madre Terra il permesso di poter attingere alla sua amorevole energia, ho chiesto aiuto per potermi radicare saldamente al terreno fertile che lei, come una madre, può offrire. Sento il calore della sua forza che sale dalle radici donandomi una meravigliosa sensazione di sicurezza.

Il mio corpo pian piano cresce, si fa strada in questo meraviglioso mondo. Grazie alle esperienze, grazie alle mie scelte, grazie alle persone incontrate nel cammino, la mia corteccia si  sta formando. Questa corteccia mi protegge custodendo solertemente il suo prezioso interno, contemporaneamente è cedevole quel tanto che basta per accogliere il fruscio dell’Universo.

Le emozioni, l’energia, il mio essere fluisce all’interno della corteccia nutrendo il mio corpo, il mio spirito. Nel  frattempo attorno a me si susseguono le stagioni, si riversano le intemperie, gli animali si proteggono sotto le mie folte fronde, mangiano i miei frutti. L’ambiente circostante mette alla prova la mia crescita.

Mi piego, mi adatto, mi spoglio, germoglio, rinasco ed innalzo i miei rami forti e rigogliosi al cielo.

In segno di gratitudine e lasciandomi inebriare dal calore del sole, accarezzare dalla brezza del vento, toccando con la mia essenza profonda l’universo, dono il mio entusiasmo alle anime che incontro.

Lascio fluire questo dolce scambio tra terra e cielo, io sono un canale di esperienza terrena che ha la fortuna di sentire con il mio corpo, con i miei sensi tutta questa abbondanza.

Grazie piccola quercia per avermi regalato questo flusso di pensieri così da poterli condividere.

Cit. Lillian Polito

4 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *